Premio Marostica Città di Fiabe, i vincitori della XXVIII edizione

Con una cerimonia ufficiale che si è svolta al Castello Inferiore di  Marostica, sono stati proclamanti i vincitori della XXVIII edizione del Premio Marostica Città di  Fiabe, il concorso di letteratura per l’infanzia promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune e  dedicato alla poetessa e scrittrice marosticense Arpalice Cuman Pertile (1876-1958).

Elaborati impegnativi, ma non didascalici, che, pur nella ricerca di una certa calviniana leggerezza,
sollecitano spesso interrogativi, pretendendo un lettore, oltre che appassionato e divertito, anche pensoso  e riflessivo” Il commento finale della presidente della giuria del Premio Donatello Lombello.
Il Premio ha confermato la sua grande vitalità e la capacità di restare al passo con i tempi, affrontando tematiche attuali come le differenze di genere, l’immigrazione e l’adozione” spiega l’assessore alla cultura Serena VivianSiamo quindi particolarmente soddisfatti dell’orientamento del concorso, che in questa edizione ha riscontrato un generale miglioramento della qualità degli scritti e un’apertura al mondo, che fanno ben sperare in una nuova generazione di scrittori, preparati ed attenti all’evoluzione della letteratura per l’infanzia. Ringrazio la giuria degli esperti e i volontari della giuria del territorio per l’ottimo lavoro”.

La giuria degli esperti e la giuria del territorio, fra le 273 opere pervenute (155 racconti fantastici, 71
poesie e filastrocche, 47 racconti realistici) hanno decretato i seguenti vincitori.

Sezione “Fiabe, favole e racconti fantastici”
Primo premio:

UN FOGLIO BIANCO di Annarita da Bellonio – Mezzago (MB) con la seguente motivazione:
La ricerca della salvezza dalla follia della guerra, il superamento degli infiniti ostacoli, che sembrano
via via impedire il raggiungimento della terra salvifica, sono narrati con linguaggio poetico e con
delicatezza di sentimenti dal protagonista, un foglio bianco. Per la piccola Kalima, che lo stringe in
mano, il foglio assume di volta in volta forme diverse: per proteggere, difendere, intrattenere, far
sperare la sua amichetta spaventata, e diventare, infine, per lei, sia il legame materiale col suo passato,
sia il supporto per fissare, con un mozzicone di matita, il segno dei ricordi, su quali costruire la sua
nuova vita.

Secondo premio:
LE PAURE DI MAMMA ALBERO di Michela Guidi di Rimini

Terzo premio:
BALLERINA di Giuliana Moro di Albignasego (Pd)

Primo Segnalato:
LA TROMBA DELLE SCALE di Daniela Frascotti De Paoli di Novara

Secondo Segnalato:
NONNO APE di Giorgio Amedeo La Scala di Vicenza

 

Poesie e filastrocche:

Primo premio:
TIENI IL TEMPO tratta dalla raccolta “CUSTODE DI TRENI E DI TEMPO“ di Ilaria Pavesi – Porto
Mantovano (MN) con la seguente motivazione:
La breve composizione poetica è scandita dal ripetersi, ad ogni verso, della parola “tempo”, quasi
onomatopea del battere inesorabile dei secondi, che declina, di volta in volta, momenti, contesti,
azioni, relazioni, modi di sentire e di percepire, facendo balzare in primo piano il protagonismo del
“tu”, cui la poesia è indirizzata

Secondo premio:
IL CARNEVALE DEGLI ANIMALI di Antonio Rauso – Pistoia

Terzo premio:
FILASTROCCA DELLE EMOZIONI tratta dalla raccolta “COSE DA BAMBINI” di Marina Martelli –
San Giovanni In Persiceto (BO)

Segnalato speciale
TIRA FUORI I SOGNI di Germana Bruno – Erice (TP)

Sezione “Racconti realistici”

Primo premio:
SOTTO ALLA MAGLIETTA di Paolo Cellere – Breganze (VI) con la seguente motivazione:
I lenti passaggi di reciproca conoscenza tra il piccolo figlio adottato, Joel, e i suoi nuovi genitori
manifestano il reciproco turbinio dei sentimenti, le incertezze e le difese affettive: con delicatezza è
esplorata la nascita di un amore reciproco, che si va via via esprimendo e consolidando.

 

 

Secondo premio:
GIGI E L’APOLLONIA di Carla Anzile – Fiume Veneto (PN)

Terzo premio:
ZAZIE di Gianni Gandini – Albiolo (CO)

Segnalato speciale
DIVERSI COME DUE GOCCE D’ACQUA di Nicola Barca – Milano

La giuria dei ragazzi, composta dagli alunni delle scuole primarie di primo e secondo grado
dell’istituto comprensivo di Marostica, ha premiato per la categoria “Poesie e filastrocche”,
FILASTROCCA DELLE EMOZIONI, tratta dalla raccolta “Cose da bambini”, di Martelli Marina di
San Giovanni in Persiceto (BO); per la categoria “Racconti realistici”, ZAZIE di Gandini Gianni di
Albiolo (CO); per la categoria Fiabe, favole e racconti fantastici, LE PAURE DI MAMMA ALBERO di
Guidi Michela di Rimini.

La giuria degli esperti, presieduta da Donatella Lombello, era costituta dalla scrittrice Beatrice
Masini; dalla scrittrice e poetessa Giusi Quarenghi; dallo scrittore per ragazzi, critico ed editore per
il pubblico giovanile, Ermanno Detti; dall’esperta di letteratura per l’infanzia Giordana Merlo.
Membro onorario Alessandro Quasimodo, figlio dell’illustre Premio Nobel.

Lascia un commento

Rispondi