Vicenza risponde a Macerata. In 1500 al corteo antifascista -VIDEO-

 

Una passeggiata antifascista lungo il corso centrale di Vicenza per rispondere ai fatti di Macerata e per ribadire che, come scandiscono i partecipanti, “non ci deve essere spazio per il fascismo nelle nostre città”.

Hanno risposto in tanti, venerdì 9 febbraio, all’appello lanciato dall’associazione Fornaci Rosse, circa 1500 persone si sono ritrovate in piazza Castello per sfilare pacificamente. La manifestazione ha visto l’adesione dell’Anpi, della Cgil, dei partiti della sinistra, tra cui PD, Liberi e Uguali e Potere al Popolo, oltre alle associazioni riunite intorno al centro sociale Bocciodromo. Presenti il sindaco di Vicenza Achille Variati e alcuni assessori. Anche Pier Luigi Bersani, in Veneto per alcune iniziative elettorali, ha voluto portare il suo saluto.

La manifestazione, dopo aver percorso corso Palladio si è poi conclusa in piazza Matteotti. Attimi di tensione nei momenti conclusivi per un contatto tra alcuni esponenti di estrema destra e frange di manifestanti che hanno obbligato le forze dell’ordine presenti a creare un cordone di sicurezza. Tutto però si è risolto senza ulteriori disordini, con la situazione rientrata nella normalità nel giro di pochi minuti.

Lascia un commento

Rispondi