Zaia firma il documento politico presentato da Coldiretti. Cinque proposte per i primi cento giorni di Governo

Coldiretti ha consegnato al Presidente Luca Zaia nella sede istituzionale di Palazzo Balbi a Venezia il manifesto politico. I contenuti condivisi dal Governatore del Veneto, che ha tra l’altro ha sottoscritto il documento,  raccolgono cinque proposte a costo zero per i primi cento giorni di governo.

Dall’etichetta obbligatoria per tutti i prodotti alla conversione del Ministero dell’agricoltura a quello “del cibo” passando per l’implementazione della semplificazione burocratica, puntando su una legge che punisca chiunque attenti alla salute dei cittadini fino al libero accesso alla banca dati delle importazioni di prodotti dall’estero, i punti sono stati considerati di interesse generale per tutta la società e quindi alla portata trasversale di tutti i candidati e partiti che stanno affrontando la campagna elettorale. E’ questo infatti il proposito di Coldiretti Veneto che si appresta ad incontrare sul territorio tutti gli esponenti delle varie liste, ai quali sottoporrà la dichiarazione di adesione con una firma che vale un impegno sostanziale nella direzione del rafforzamento della sovranità alimentare dell’Italia in Europa e nel mondo.

In virtu’ di un Veneto ai vertici in termini di tipicità, qualità dei prodotti ed export, sempre in prima fila per la tutela delle imprese agricole e del vero Made in Italy – ha precisato il presidente di Coldiretti Martino Cerantola – sollecitiamo che anche la Giunta della Regione appoggi  la nostra piattaforma, magari  nella prossima riunione testimoniando ancora una volta l’impegno di un’ amministrazione regionale sempre attenta alla salvaguardia degli interessi dei consumatori e dell’ambiente.”

Lascia un commento

Rispondi