“Riempimi di gioia”, a Vicenza riparte la raccolta di alimenti per le famiglie

Sabato 17 e domenica 18 dicembre torna “Riempimi di gioia”, la raccolta di generi alimentari da destinare alle persone in difficoltà economiche e agli istituti di assistenza della città. Sono 37 i supermercati e ipermercati della città coinvolti, di cui tre situati ad Olmo di Creazzo, Dueville e Povolaro. Centinaia di volontari hanno dato la propria disponibilità per partecipare alle fasi di raccolta e di distribuzione.

E’ comunque ancora possibile aderire come volontari in affiancamento alle associazioni impegnate affinché la raccolta abbia un buon successo.

L’ottava edizione è stata presentata a palazzo Trissino dall’assessore alla comunità e alle famiglie Isabella Sala, dal coordinatore del Gruppo volontari della protezione civile comunale Giorgio Casaro con Luciano Pilan, dal vicepresidente dell’associazione nazionale del Fante della provincia di Vicenza Ippolito Berlato con Giancarlo Santolin.

Un sentito ringraziamento va ai volontari che anche quest’anno si dedicheranno all’iniziativa e a tutti i cittadini che doneranno generi alimentari alle famiglie in temporanea difficoltà – ha dichiarato l’assessore alla comunità e alle famiglie Isabella Sala –. In questa edizione, tra l’altro, vogliamo cogliere il messaggio della FAO, l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, che ha dichiarato il 2016 anno internazionale dei legumi, in quanto alimento a basso costo e di straordinario valore nutrizionale, invitando i cittadini a donare, accanto ai diversi prodotti non deperibili – dalla pasta all’olio ai condimenti ad altri generi alimentari – anche legumi secchi. Ogni piccolo gesto di generosità è davvero importante e contribuisce a un risultato finale molto atteso dalle famiglie e da tutte le realtà che si occupano di solidarietà verso i cittadini più fragili”.

È un gesto tangibile di una città solidale toccare con mano le esperienze di persone che danno il proprio contributo in quanto a loro volta, nel momento in cui hanno avuto bisogno, sono state aiutate da altri – ha aggiunto l’assessore Sala – o che tengono in modo particolare al dono ricordando i tempi difficili e la scarsità di cibo vissuta un tempo. A tutti loro va un anticipato e sincero grazie da parte dell’intera città”.

Giorgio Casaro del Gruppo volontari della protezione civile comunale che gestisce la distribuzione nel magazzino di via Frescobaldi ha precisato che nel frattempo l’organizzazione si è affinata tanto che i pacchi per le famiglie, a conclusione del sabato e domenica di raccolta, vengono preparati con estrema rapidità. Quest’anno si ritiene di poter arrivare a consegnare i pacchi alle famiglie bisognose entro il 21 dicembre, quindi, come previsto, prima di Natale.

Per Ippolito Berlato, vicepresidente dell’associazione nazionale del Fante della provincia di Vicenza, in rappresentanza dei fanti che da tutta la provincia giungeranno in città a sostegno dell’iniziativa e delle numerose associazioni di volontariato impegnate, partecipare a Riempimi di gioia come volontario offre l’opportunità di arricchirsi perché si incontrano persone capaci di grande generosità.

L’iniziativa, nata da una proposta del consiglio comunale nel 2009, ha conosciuto un crescendo di partecipazione e di richieste di donazione di quanto raccolto da parte di soggetti impegnati nel sostegno a famiglie in difficoltà.

Nell’edizione 2015 sono state raccolte 31 tonnellate di alimenti da 700 volontari e consegnati a circa 8000 persone, di cui 1800 anziani, e 5000 famiglie.

Dal 2009 al 2015 i supermercati coinvolti sono passati dagli iniziali 14 alla punta di 40 e ai 37 attuali; i volontari impiegati dai 255 iniziali del 2009 sono progressivamente cresciuti a 392 nel 2010, 432 nel 2011, 562 nell’edizione 2012 fino ai 600 del 2013 e 2014.

In aumento anche le tonnellate di cibo raccolte: 13 nel 2009, 24 nel 2010, 28 nel 2011, 29,5 nel 2012, 31,5 nel 2013, 32,5 nel 2014, nel 2015 31 tonnellate.

Le 31 tonnellate del 2015 erano così suddivise: 13 di pasta, 4 di sughi e pelati, 3 di prodotti in scatola (tonno, carne e legumi) e 1 tonnellata di latte. Gli altri prodotti donati consistevano in alimenti per la prima infanzia, zucchero, sale, biscotti, caffè e altri solubili

Quest’anno, oltre agli alimenti tradizionali, viene chiesto di donare legumi secchi a sostegno della campagna delle Nazioni Unite a favore dei legumi considerando le straordinarie proprietà nutrizionali e il costo contenuto.

Fino ad ora sono 37 i supermercati e ipermercati della coinvolti, tre dei quali situati al di fuori del comune di Vicenza, Creazzo e Dueville.

Anche quest’anno all’ingresso dei supermercati si alterneranno gruppi di volontari che consegneranno ai clienti un volantino a firma del sindaco Achille Variati in cui si spiegano le finalità dell’iniziativa, accompagnato da un sacchetto in cui inserire prodotti alimentari non deperibili da acquistare e riconsegnare poi all’uscita (olio, tonno, legumi secchi e in scatola, pelati, pasta, riso, zucchero, fette biscottate, biscotti, marmellata, crema al cioccolato da spalmare, latte, caffè, orzo, panettoni e pandori, prodotti per bambini e lattanti…).