Ex acciaierie Beltrame, dopo la bonifica si passa a realizzare parcheggio e area verde

Il progetto per la riqualificazione e la messa in sicurezza dell’area ex Beltrame, adiacente al parcheggio Cattaneo, prevede la realizzazione di un’area a parcheggio e di un’area a verde sistemata a parco, centrale per il quartiere, nonché la realizzazione del collegamento ciclo-pedonale della “spina ovest” per la connessione nord-sud del sistema dei percorsi ciclabili.

Nel corso dei lavori di scavo per i tracciati dei sottoservizi, funzionali all’area di parcheggio, sono emerse strutture interrate (presumibilmente risalenti al secondo dopoguerra) e depositi di materiali che non erano stati evidenziati dalla caratterizzazione ambientale eseguita dal Dipartimento ARPAV di Vicenza, nelle quantità e tipologie rinvenute.

Per questo si è reso necessario un intervento di bonifica e smaltimento del materiale rinvenuto, composto da residui di fonderia con tracce di amianto e idrocarburi, già messo in sicurezza e totalmente smaltito in discariche appositamente autorizzate.

Nel rispetto delle normative vigenti in materia ed in accordo con ARPAV, il terreno contenente frammenti di amianto è stato isolato e insacchettato, per evitare possibili dispersioni e il dilavamento meteorico del materiale.

Il rinvenimento di materiali non conformi nel corso degli scavi ha comportato la revisione del progetto ambientale con un’integrazione alla caratterizzazione che è stata già eseguita su indicazione degli enti competenti (ARPAV, ULSS e Provincia).

Sulla scorta degli esiti della caratterizzazione ambientale eseguita, ne è conseguita una revisione progettuale che consente di adottare interventi economicamente sostenibili che garantiscano il livello di protezione ambientale richiesto, senza costi aggiuntivi.

Le modifiche rispetto al progetto esecutivo approvato riguardano le quote di parcheggio con leggera sopraelevazione del piano campagna e lo schema di raccolta e trattamento delle acque di dilavamento, mediante la realizzazione di una vasca di laminazione, con funzione di regolazione idraulica nel caso di intense precipitazioni, progettata con funzione d’arredo con siepi e ciottoli.

Sono previste anche la modifica delle quote, con leggere sopraelevazioni differenziate dell’area a verde con la realizzazione di piccole colline che consentano di piantare alberi ad alto fusto, la semplificazione dell’accesso disabili da via dei Mille e l’eliminazione delle gabbionate di separazione tra parcheggio e area verde, con dorsale inerbita e piantumata.