“Utero in affitto diventi reato”, approvata mozione in consiglio regionale

È stata votata con 30 voti a favore, 1 contrario e 4 astenuti la Mozione, presentata dal consigliere regionale di Centro Destra Veneto Stefano Casali, che “impegna la Regione ad attivarsi presso lo Stato e l’Europa per istituire il reato dell’utero in affitto, a livello internazionale”.

Per Casali: “l’utero in affitto soddisfa un desiderio, non una esigenza vitale: avere un figlio rischia di trasformarsi in un capriccio individualistico e di potenza consumistica. Non possiamo accettare, solo perché la scienza lo ha reso possibile, e in nome di presunti diritti individuali, che le donne e i loro corpi tornino a essere oggetti ‘a disposizione’. Nessun essere umano può essere ridotto a oggetto. L’utero in affitto è quindi un reato che deve essere punito specificamente come delitto”.