Crac Popolare di Vicenza, sequestrati 1,75 milioni a Zonin e soci

Sono stati eseguiti dalla Guardia di finanza nei confronti dell’ex presidente Gianni Zonin, dell’ex dg Samuele Sorato, oltre che di Giuseppe Zigliotto, Andrea Piazzetta e Massimiliano Pellegrini, dei sequestri conservativi disposti dal Tribunale nell’ambito dell’inchiesta sul crac della Popolare di Vicenza. Si tratta di importi di circa 350mila euro per ciascuno dei 5 imputati, per un totale quindi di 1 milione 750mila euro.
La Gdf aveva accertato una serie di azioni di trasferimento e dismissioni patrimoniali da parte degli imputati, e per la Procura c’era quindi il rischio che mancassero o si disperdessero le garanzie per il pagamento della pena pecuniaria, delle spese di procedimento e di altre somme dovuta all’erario dello Stato. Quanto alla possibilit√† che parte di questa cifra sia utilizzata anche per risarcire i correntisti e gli azionisti dell’ex BpVi si tratta comunque di una parte residuale rispetto agli importi del danno patito. (ANSA)