Il comune di Schio acoglie 38 studenti per uno stage in alternanza con la scuola

Ogni anno il Comune di Schio accoglie presso i propri servizi e uffici gli studenti che intendano fare un’esperienza lavorativa di qualche settimana. Una formula che permette di mettersi alla prova e affiancare alla formazione teorica, la pratica.

Saranno 38 gli studenti che fino alla fine di settembre lavoreranno in 11 servizi e uffici comunali. I primi hanno iniziato alla fine dello scorso mese di maggio. Quest’anno le richieste da parte delle scuole sono state superiori rispetto agli anni scorsi, sia per il numero di studenti da accogliere che per il monte ore obbligatorio che devono garantire (infatti è diventato obbligatorio effettuare l’attività di tirocinio anche per i liceali) e anche la disponibilità ad accogliere gli stagisti da parte dei vari servizi comunali è più ampia che in passato.

Le attività in cui gli studenti saranno coinvolti spaziano dall'ambito amministrativo ed educativo all’assistenza in eventi pubblici, dalla programmazione di attività di manutenzione edifici pubblici alla docenza in corsi di informatica per adulti. Gli studenti provengono da tutte le scuole secondarie di 2° grado di Schio che realizzano l’attività dell’Alternanza Scuola – lavoro.

L’ Alternanza Scuola–Lavoro è un modello di apprendimento che permette ai ragazzi della scuola secondaria superiore, di età compresa tra i 15 e i 18 anni, di svolgere il proprio percorso di istruzione realizzando una parte della formazione presso un’Impresa o un Ente del territorio. Si tratta di una nuova visione della formazione, che supera la separazione tra momento formativo e applicativo, e si basa sull’idea
che l’educazione formale, l’educazione informale e l’esperienza di lavoro possano combinarsi in un unico progetto formativo. L’Alternanza Scuola-Lavoro costituisce pertanto una vera e propria combinazione di preparazione scolastica e di esperienze assistite sul posto di lavoro, grazie alla collaborazione tra mondo delle organizzazioni e scuola.
Ben volentieri abbiamo acconsentito all’ampliamento dei posti disponibili in Comune per questo tipo di attività” -dichiara soddisfatta Barbara Corzato, Assessore ai giovani-. “È importante che la collaborazione tra il Comune e le Scuole abbia una continuità e un coinvolgimenti di un numero sempre maggiore di uffici.”

Nella foto allegata, i cinque studenti che hanno preso servizio in data odierna, presso i Servizi

Informagiovani e Comunicazione assieme all’Assessore Corzato.